SVE: parti con Tulime onlus!

1. Il progetto Gioventù in azione –  La Commissione europea, il Parlamento europeo e gli Stati membri dell’Unione europea hanno istituito congiuntamente il programma Gioventù in azione, che applica il quadro normativo a sostegno delle attività educative non formali per i giovani.
Il programma è operativo dal 2007 alla fine del 2013.

2. Gli obiettivi del programma Gioventù in Azione

3. Cos’è lo SVEclicca qui

 4. Lo SVE con Tulime

Per leggere il progetto generale SVE di Tulime nel database europeo clicca qui

I progetti attivi:

- Chi arriva

  • Coltiviamo l’intercultura a Palermo
  • Volunteering: change to grow a Palermo

- Chi parte

-Prossime partenze 

Coltivando l’integrazione II - clicca qui

5. Come partecipare

- Invia a sve@tulime.org il tuo CV e lettera motivazionale in italiano e inglese.
- Ricerca un progetto attraverso:

  • database europeo consultabile per Paese e/o Tipologia di attività, dove troverai tutte le associazioni accreditate, ma non necessariamente disponibili. Le puoi contattare per richiedere informazioni a riguardo, al resto ci pensiamo noi.s Successivamente invieremo la tua candidatura alla/alle organizzazioni di accoglienza che hai scelto. Questa/e faranno una selezione in cui valuteranno se il tuo profilo è per loro interessante. Nel caso in cui la risposta fosse positiva comincia la fase amministrativa: noi di Tulime, insieme all’organizzazione di accoglienza, compileremo congiuntamente la domanda di cofinanziamento e firmeremo l’Accordo del progetto insieme a te. In seguito alla presentazione della domanda dovremo attendere l’approvazione da parte dell’Agenzia Nazionale di riferimento; solo allora si è certi di partire. Chiaramente, in caso che ci sia un progetto già approvato per cui si cerca unvolontario per una sostituzione, superata la fase di selezione si parte … ed anche in tempi rapidi!)
  • Nel nostro sito dove inseriamo i progetti disponibili nella sezione prossime partenze 

Per ulteriori info puoi scrivere a sve@tulime.org

This project has been realized with the support of the Youth in action programme of the European Union.  This projects has been funded with support from the European Commission. This publication reflects the views only of the author, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein.