Mawambala – Isola delle Femmine (PA)

…oggi Sposi

Finalmente è arrivata la e-mail di fra’ Paolo che tanto attendavamo…! La lista nozze è chiusa!
La gente di Kihesa Mgagao è già in movimento.
Ma andiamo con ordine.
Torniamo all’estate del 2007.
A quel tempo non conoscevamo Tulime ed i tanti progetti realizzati nei villaggi sull’altopiano di Iringa. Il nostro incontro con l’associazione e con i volontari è stato assolutamente casuale…..noi cercavamo un fotografo! Forse è stato un errore di prospettiva o di messa a fuoco, certo è che da quel fortuito incontro nasce la nostra esperienza con l’associazione e il nostro viaggio in Tanzania.
E così pochi giorni dopo quell’incontro ci ritroviamo seduti intorno ad un tavolo con Francesco che ci racconta e ci affascina con tanti pensieri ed immagini della Tanzania. La cosa che ci ha colpito subito è stata l’estrema concretezza e schiettezza soprattutto rispetto alle difficoltà che una decisione del genere potrebbe comportare e la consapevolezza del significato e dell’effetto che ha un viaggio del genere. Terminato l’incontro eravamo pieni di dubbi, avevamo appreso molto e forse avevamo anche “visitato”, attraverso il racconto di Francesco, tanti angoli della Tanzania. Ma eravamo rimasti spiazzati dalla schiettezza di Francesco che da un lato ci aveva piacevolmente colpito da un altro punto di vista ci aveva aperto gli occhi rispetto alle cose cui saremmo dovuti andare incontro.
Comunque carichi di questa consapevolezza abbiamo deciso di coinvolgere tutti gli invitati del nostro matrimonio in un progetto da realizzare con la collaborazione dei volontari di Tulime. Questo è stato il regalo più bello e più grande che abbiamo ricevuto. Di questo regalo ne beneficeranno centinaia di persone, tante quante ce ne sono volute per realizzarlo e “confezionarlo”. Questo regalo è così grande che siamo dovuti andare fino in Africa per sceglierlo e vederlo.

Così questa è la lista nozze:

costruzione della primina presso la scuola elementare di Kihesa Mgagao.

contributo per la costruzione dell’asilo parrocchiale,

copertura spese per le borse di studio sostenute quest’anno 2008 a Mawambala.

Contributo per l´acquisto dell’autoambulanza

Quindi alla fine siamo veramente partiti (anche perché per questo tipo di regali non è prevista la consegna a domicilio) ed abbiamo deciso che essere viaggiatori responsabili fosse la formula perfetta per noi. Vivere l’Africa da viaggiatori per noi ha significato metterci in gioco essere disponibili al confronto, non avere una posizione un ruolo prefissato ma essere pronti ad affrontare gli imprevisti del viaggio. Abbiamo voluto conoscere una piccola parte di Tanzania, una micro realtà che però era così grande da accoglierci e da stuzzicare il nostro interesse. Tutto quello che ci ha raccontato Francesco è vero, non ci ha mentito ma non ha neanche esagerato…..forse l’unica cosa che avevamo sottovalutato erano le forti emozioni di gioia e partecipazione e la sincerità della gente di Pomerini e dei villaggi sull’altopiano di Iringa.
Un viaggio attraverso storie e persone. Wasafari forse è un vero e proprio luogo da scoprire, un viaggio alla scoperta dell’essere viaggiatore.
Tornati a casa non è stato facile raccontare tutto questo ai nostri amici ed alle persone che ci circondano. Abbiamo avuto la sensazione che non riuscissimo a dire, a condividere, a parlare, come se l’esperienza a Pomerini fosse una esperienza intima, non raccontabile, ma forse questa è solo una sensazione personale, anche perché quelle poche parole, quelle poche foto a nostra disposizione sono state sufficienti per motivare tante persone che ci hanno sostenuto nella decisione di voler adottare il villaggio di Mawambala. Amici che non sono mai stati in Africa ma che hanno creduto, come noi, che essere “genitori adottivi” di un Villaggio fosse una cosa magnifica per una coppia di Sposi.

 Supporto 2012

Villaggio Progetti
Costo (€)
Totale (€)
Mawambala Borse di studio
Progetto Orfani
Supplemento igienico-alimentare per affetti da HIV
1.250
300
1.000
2.550 

 Animatori di Villaggio: Mauro Burgio ed Elisabetta Drago