CHHALING – UN NUOVO SEME…

Nel 2009 nasce un nuovo Villaggio di Tulime… questa volta in Nepal! Tutto è iniziato grazie ad un viaggio organizzato in Nepal quasi per caso. Un giorno – non per […]

Nel 2009 nasce un nuovo Villaggio di Tulime… questa volta in Nepal!
Tutto è iniziato grazie ad un viaggio organizzato in Nepal quasi per caso. Un giorno – non per caso – quel gruppo di  viaggiatori ha  incontrato il villaggio di Chhaling, le sue famiglie, i suoi bambini, la sua scuola. Da quel giorno 12 persone dedicano parte del loro tempo per raccogliere il necessario per ricostruire la Shree Gyan Jyoti Lower Secondary School di Chhaling.

 

IN UNA NUOVA TERRA …

Il Nepal è famoso nel mondo per l’architettura delle città imperiali, ma soprattutto per la catena dell’Himalaya, che da sempre attira flussi turistici dai paesi ricchi. In realtà, come in tutti i Sud del Mondo, in questo splendido Paese la dignità convive con una povertà estrema, ci si industria per vivere con pochissimo e i peggiori aspetti dello “sviluppo” continuano ad arrecare profonde ferite nell’ambiente e nelle persone;  come sempre accade, sono i più piccoli a pagare il prezzo più alto.
Il Nepal è la 12° nazione più povera al mondo, con una parte consistente della popolazione che vive al di sotto della soglia della povertà (si stima che il 39% dei nepalesi vive con meno di un dollaro al giorno).

IN UN NUOVO VILLAGGIO …

Chhaling è un villaggio nella Valle di Kathmandu alla periferia di Bhaktapur, a circa 1.300 metri di quota; si estende in un’area collinare, con pianure e campi coltivati. I collegamenti avvengono su piccole strade non asfaltate, tra le colline e in mezzo ai campi.
I 3.600 abitanti dei villaggi  che gravitano sulla scuola – 307 famiglie di differenti etnie (Newar, Chetri, Tamang e Dalits) – sono quasi esclusivamente dediti all’agricoltura e all’allevamento.
La scuola di Chhaling, seppur piccola, rappresenta per i villaggi attorno l’unica opportunità per dare un’istruzione ai bambini. Le pessime condizioni strutturali, insieme alla mancanza di servizi igienici, di arredi e strumentazione didattica, di acqua potabile, rendono però rischioso il semplice andare a scuola.

A proposito… ci piace chiamarci anche Villaggio Bali Lagaun, in nepalese “Coltiviamo!” si dice così!

All’inizio del 2012 sono stati avviati i lavori per la ricostruzione della scuola del villaggio in collaborazione con la comunità locale e con l’associazione partner HIRA. Il completamento dei lavori è previsto per giugno del 2012.