Ultime notizie
0

Uganda: buone nuove da Cotfone nel 2012

Come Mawaki per i progetti in Tanzania, Hira Nepal per il progetto di ricostruzione della scuola di Chhaling, Cotfone è il partner di Tulime per il progetti di cooperazione di […]

Come Mawaki per i progetti in Tanzania, Hira Nepal per il progetto di ricostruzione della scuola di Chhaling, Cotfone è il partner di Tulime per il progetti di cooperazione di comunità in Uganda, nella regione di Masaka, sud-ovest.

Fondamentali nel 2012 gli interventi su HIV e AIDS e il rafforzamento delle comunità locali per garantire il rispetto e la promozione dei diritti umani e della dignità per orfani e nello sviluppo delle loro comunità.

Importante l’impegno per quanto concerne l’istruzione: sono stati supportati 300 bambini (100 in più rispetto all’anno precedente) a fronte anche di un aumento del numero di bambini orfani e vulnerabili (OVC) supportati nell’educazione, nella formazione professionale, nelle vaccinazioni e nell’alimentazione. Sono infatti 3000 i bambini che hanno beneficiato di questi interventi.

Il report annuale, da scaricare e consultare (in inglese9 - click

 

0

Avigliana: Tutti a teatro con “Un’altra bellezza”!

Domani sera al teatro del Centro Sociale Bruno Picco (via Montenero – Piazza Conte Rosso) di Avigliana lo spettacolo “Un’altra bellezza. Storia africana di Lucy, una ragazza albina”. La regia, […]

Domani sera al teatro del Centro Sociale Bruno Picco (via Montenero – Piazza Conte Rosso) di Avigliana lo spettacolo “Un’altra bellezza. Storia africana di Lucy, una ragazza albina”. La regia, la passione e il cuore è di Giacomo, delle insegnanti e soprattutto dei nostri splendidi ambasciatori del ITCG Galilei!

0

Il Bike Pride di Torino per le nostre biciclette in Tanzania! Ci vediamo il 26 maggio

Si svolgerà il 26 maggio a Torino la quarta edizione del BIKE PRIDE. lQuest’anno la manifestazione sarà a sostegno del nostro nuovo progetto: “Coltiviamo la Bicicletta“. Aiutaci a sostenere questo progetto […]

Si svolgerà il 26 maggio a Torino la quarta edizione del BIKE PRIDE. lQuest’anno la manifestazione sarà a sostegno del nostro nuovo progetto: “Coltiviamo la Bicicletta“.

Aiutaci a sostenere questo progetto facendo una donazione o, ancora meglio, attiva la tua raccolta personale e scegli questo progetto come beneficiario: www.retedeldono.it/fundraiser/register

Tulime insieme alla preziosa collaborazione con l’associazione Happy Trail Mtb di Mocalieri (TO) e con l’associazione Muovi Equilibri, propone Tulime Baiskeli “coltiviamo la bicicletta”. Il fine del progetto Tulime Baiskeli è di diffondere l’uso della bicicletta tra i villaggi dell’altopiano di Iringa, che per la maggior parte della popolazione locale è un bene di lusso ed in pochi sanno utilizzarla, in modo tale da migliorare gli spostamenti e ridurre le energie impiegate nel trasporto dei materiali in armonia con l’ambiente. Il progetto avrà dunque due beneficiari: i viaggiatori che si immergeranno totalmente nella vita dei villaggi attraversandoli con gli occhi del “cicloturista consapevole” e la comunità locale che, al termine del viaggio, avrà in dono le biciclette. Inoltre, nel lungo periodo, il progetto prevede la creazione di una ciclofficina con la finalità di rendere autonoma la popolazione nella gestione delle biciclette.

I fondi raccolti con Retedeldono verranno devoluti al progetto (a parte una piccola parte a copertura delle spese della manifestazione di quest’anno). 

E per chi non conoscesse il Bike Pride cosa fa: promuove la bicicletta in città, come sinonimo di civilità, di sostenibilità, di sicurezza stradale e di vivibilità e vogliamo ribadirlo con una parata d’orgoglio a due ruote.  Dimostriamo all’amministrazione che vogliamo cambiamenti concreti, inondiamo la città di Biciclette e festeggiamo civilmente e pacificamente su migliaia di biciclette scampanellanti! 

Ci vediamo il 26 maggio, ore 15:00 Viale Virgilio @ Parco Valentino – Torino

Leggi di che si tratta e… sostieni con noi la bicicletta! http://www.retedeldono.it/progetti/bike-pride/bikepride2013

[Nella foto Mister Efraim Mazengo]

0

642 semi: il nostro cinque per mille per continuare a coltivare

Sono stati resi noti gli elenchi del 5 per mille: 642 persone hanno coltivato con noi nel 2011. Il ringraziamento, di cuore, a loro che ci supportano ogni anno. I […]

Sono stati resi noti gli elenchi del 5 per mille: 642 persone hanno coltivato con noi nel 2011. Il ringraziamento, di cuore, a loro che ci supportano ogni anno. I frutti di questa nuova semina li vedremo una volta che creeremo i nostri progetti.
Quest’anno c’è ancora tempo, per chi non ha ancora fatto la denuncia dei redditi, di destinare il proprio cinque per mille ai nostri progetti.

Come fare?

CUD: Per chi non ha obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi, basterà, senza alcun onere da parte del contribuente, consegnare a una banca o a un ufficio postale la “scheda per la scelta della destinazione dell’8 per mille e del 5 per mille dell’IRPEF” del CUD in busta chiusa su cui apporre la scritta “scelta per la destinazione del 5 x 1000 dell’IRPEF”, con indicazione di nome, cognome e codice fiscale.
Unico Persone Fisiche e Modello 730: basta indicare al proprio commercialista, al Caf o al funzionario dell’agenzia delle entrate il numero di codice fiscale di Tulime (97176330823) e apporre la propria firma.
Anche chi non deve presentare la dichiarazione dei redditi può comunque richiedere la scheda di integrazione al datore di lavoro e consegnarla, in busta chiusa, a un ufficio postale o a uno sportello bancario, apponendo la scritta “scelta per la destinazione del 5 x 1000” con indicazione di nome, cognome e codice fiscale del contribuente.

5×1000= TANTI!

Questo però non è l’unico gesto che puoi fare… oltre a devolvere il tuo 5×1000 a Tulime, puoi farlo fare a chi conosci. Come?
- diffondendo questa pagina web presso i tuoi amici o alle tue amiche, parenti o colleghi/ghe
- stampando e distribuendo i volantini e i bigliettini che trovi qui
- portando il volantino al tuo commercialista di fiducia o presso il CAF
- inserendo il nostro banner nel tuo blog, o inoltrandolo via mail
- scrivendo il codice fiscale di Tulime tramite sms ai tuoi contatti

Benefici per tutti!

Sia i privati che le imprese che effettuano una donazione presso Tulime, che è una ONLUS, possono decidere il trattamento fiscale di cui beneficiare (conservando le ricevute di versamento o dei bonifici):
I privati possono:
• dedurre la donazione dal proprio reddito per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato, nella misura massima di 70.000 euro annui (art. 14, comma 1 del D.L. 35/05 convertito in legge n. 80 del 14/05/2005);
• detrarre dall’imposta lorda il 19% dell’importo donato fino ad un massimo di 2.065,83 euro (art.15, comma 1 lettera i-bis del D.P.R. 917/86). In questi casi, la normativa applicata si riferisce alle donazioni effettuate a favore delle ONLUS.

Le imprese possono:
• dedurre dal reddito d’impresa complessivo le donazioni a favore delle ONLUS, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000 euro annui (art. 14, comma 1 del D. L. 35/05 convertito in legge n. 80 del 14/05/2005).
• dedurre le donazioni a favore delle ONLUS per un importo non superiore a 2065,83 euro o al 2% del reddito d’impresa dichiarato (art.100, comma 2 lettera h del D.P.R. 917/86).

Per ulteriori info:

manda una mail a info@tulime.org oppure chiama la segretaria al numero 091.427460

0

SVE, approvato “Condividere lo sviluppo” il progetto di Tulime a Palermo

Approvato il progetto SVE “Condividere lo Sviluppo”. Il progetto sarà realizzato a Palermo e vedrà la partecipazione di 4 volontari provenienti da Bielorussia, Francia e Polonia per 6 mesi a […]

Approvato il progetto SVE “Condividere lo Sviluppo”. Il progetto sarà realizzato a Palermo e vedrà la partecipazione di 4 volontari provenienti da Bielorussia, Francia e Polonia per 6 mesi a partire da luglio 2013

Le attività principali del progetto riguarderanno la valorizzazione di spazi verdi secondo la filosofia del  giardino condiviso, attività di sensibilizzazione e promozione dello sviluppo e  laboratori  didattici nelle scuole.

0

Nepal – inaugurata la scuola di Chhaling

29 aprile 2013 – Ci sono le cose buone e le cose buone hanno i colori che stiamo vedendo qui in Nepal. Oggi Francesco Picciotto, insieme ai responsabili dei progetti […]

29 aprile 2013 – Ci sono le cose buone e le cose buone hanno i colori che stiamo vedendo qui in Nepal. Oggi Francesco Picciotto, insieme ai responsabili dei progetti in Nepal di Tulime Onlus, ha inaugurato la scuola secondaria Gyan Jyoti Lower Secondary School, Chhaling nella provincia di Bhaktapur. Abbiamo inaugurato l’ampliamento della scuola in collaborazione con la comunità locale e con l’associazione partner HIRA. Per ora vogliamo condividere gli splendidi colori che abbiamo visto, indossato e vissuto, sperando  di viverli un giorno insieme

0

La ricostruzione della scuola secondaria Shree Gyan Joyti Lower (Chhaling – Nepal) -2013

Stato di avanzamento al marzo 2013 I lavori di ricostruzione della scuola sono stati avviati a dicembre 2011 grazie ad eventi pubblici di raccolta fondi organizzati dai volontari del villaggio di Chhaling e a donazioni di privati. Provenienza fondi: privati Responsabile: Licia Masi Luogo di attuazione: Villaggio di Chhaling – Distretto di Bhaktapur (Nepal) Beneficiari diretti : bambine e bambini n.150 (utenza attuale) – n.300 (utenza potenziale) Beneficiari indiretti: 307 famiglie

 

0

Cerchiamo oculisti per la cura degli albini in Tanzania

Palermo, 19 marzo 2013 – Tulime onlus cerca oculisti che disponibili a partecipare al progetto in Tanzania per la cura degli albini. L’albinismo in Africa. Le persone affette da albinismo, […]

Palermo, 19 marzo 2013 – Tulime onlus cerca oculisti che disponibili a partecipare al progetto in Tanzania per la cura degli albini.
L’albinismo in Africa. Le persone affette da albinismo, una deficienza della pigmentazione della pelle, dei capelli e degli occhi che le rende vulnerabili ai raggi ultravioletti, sono discriminate e perseguitate in molti paesi africani. Secondo l’ONU dal 2000 sono stati almeno 72 i casi di omicidi di questo tipo e solo in cinque casi i colpevoli sono stati assicurati alla giustizia. Molti di questi casi sono avvenuti in Tanzania. Aldilà dei casi più efferati, da una ricerca condotta da Tulime onlus, gli effetti negativi sulla vita quotidiana delle persone affette da albinismo sono molti. Difficoltà di vista, mancanza di mezzi per la protezione della loro pelle, una marcata marginalizzazione sociale, soprattutto operata da quegli agenti sociali, esterni ai legami di parentele ed estranei a qualsiasi tipo di relazioni di amicizia o vicinato, e, in ultimo, problemi di carattere economico, dovuti a un mancato inserimento nel già precario mondo del lavoro tanzaniano.

Il progetto di Tulime. L’AFEA (Albinism Foundation of East Africa) non possiede le risorse economiche necessarie per risolvere i problemi socio sanitari delle persone albine in Tanzania. Per questo, dopo una indagine conoscitiva dal punto di vista sociosanitario, Tulime onlus ha iniziato a supportare la popolazione albina dei villaggi di Kilolo, nella regione di Iringa (in Tanzania) che comprende un altopiano che arriva a 2000m sopra il livello del mare. Insieme alle scottature della pelle, la mancanza di melanina anche negli occhi produce notevoli problemi a chi ha questo problema, soprattutto per chi vive nei villaggi dell’altopiano ed è più soggetto alla forza dei raggi del sole. Tulime onlus ha già raccolto e iniziato a fornire occhiali da sole e cappelli a chi è affetto da questa patologia. In questo momento però occorre anche uno screening oculistico di queste persone che hanno notevoli problemi alla vista. Circa 1/3 della popolazione albina intervistata ha meno di 18 anni, per cui si può ancora intervenire per correggere l’evoluzione in senso peggiorativo che questa malattia ha se non opportunamente trattata.

Chiediamo pertanto l’aiuto di specialisti in oculistica o ortottica che, insieme alla nostra associazione, vogliano aderire al nostro progetto e partecipare alla cura della popolazione albina nei villaggi dell’altopiano.

Per informazioni e adesioni info@tulime.org

0

La linea di moda solidale di Tulime all’Easter Market di Dar Es Salaam, 16 marzo 2013

Il prossimo 16 marzo  Tulime onlus sarà all’Easter Market di Dar Es Salaam con il progetto Mani d’Africa. Una nuova occasione per presentare la linea di moda solidale e le […]

Il prossimo 16 marzo  Tulime onlus sarà all’Easter Market di Dar Es Salaam con il progetto Mani d’Africa. Una nuova occasione per presentare la linea di moda solidale e le creazioni della sartoria di Kizito.

0

Progetto Albini: 350 paia di occhiali da Raccolta occhiali

All’interno del nostro progetto albini, grazie alla collaborazione con il  Centro Italiano Lions raccolta occhiali (www.raccoltaocchiali.org), Tulime  è riuscita ad ottenere 350 paia di occhiali da sole per i nostri […]

All’interno del nostro progetto albini, grazie alla collaborazione con il  Centro Italiano Lions raccolta occhiali (www.raccoltaocchiali.org), Tulime  è riuscita ad ottenere 350 paia di occhiali da sole per i nostri amici tanzaniani affetti da albinismo. Un GRAZIE da tutti noi

Pagina 10 di 58« Prima...89101112...203040...Ultima »