Ultime notizie
1

Progetto You.Com, Erasmus+, Azione KA2: il meeting di avvio

Dal 17 al 21 ottobre 2016 i rappresentanti di alcune organizzazioni giovanili verranno dalla Tanzania, dall’Uganda, dal Nepal, dal Togo, dalla Polonia, dal Belgio, dalla Romania, dalla Turchia e dall’Italia […]

Dal 17 al 21 ottobre 2016 i rappresentanti di alcune organizzazioni giovanili verranno dalla Tanzania, dall’Uganda, dal Nepal, dal Togo, dalla Polonia, dal Belgio, dalla Romania, dalla Turchia e dall’Italia per incontrarsi ad Alcamo (Sicilia).

Il Meeting è uan delle attività previste nell’ambito del Progetto You.Com (Young Communities in the (Re)cycle of matter) finanziato da Erasmus+ con la misura KA2, Capacity Building in the field of youth.

Sarà l’occasione per condividere idee e metodologie fra i partner per poi potere andare avanti con gli altri spet di progetto.
Noi pensiamo che la vera cooperazione nasca dalla condivisione!

From 17 to 21 October 2016 the representatives of youth organizations coming from Tanzania, Uganda, Nepal, Togo, Poland, Belgium, Romania, Turkey and Italy will meet in Alcamo (Sicily).

The meeting is one of the activities of the Erasmus Plus Project You.Com. (Young Communities in the (Re)cycle of matter), under the Key Action 2, Capacity Building in the field of youth.

It will be the occasion to share ideas and methodologies among the
partners to go ahead with the following steps of this project.

We think that true cooperation comes from sharing!

youcom-meeting

0

Esiti selezioni del progetto di Servizio Civile Nazionale “Sens-AZIONE”

Si sono concluse le selezioni dei volontari in Servizio Civile Nazionale nell’ambito del Progetto “Sens-AZIONE”. Si rende quindi nota la graduatoria relativa. Nel congratularci con i volontari selezionati, invitiamo gli […]

Si sono concluse le selezioni dei volontari in Servizio Civile Nazionale nell’ambito del Progetto “Sens-AZIONE”. Si rende quindi nota la graduatoria relativa.

GRADUATORIA-SCN.pdf (87 download )

Nel congratularci con i volontari selezionati, invitiamo gli stessi a confermare ufficialmente tramite email e a presentarsi il 15 novembre alle ore 9,00 presso la sede di Tulime Onlus in viale Regione Siciliana, 2156 a Palermo

0

Tu-Li(Lui/lei)-Me: XII Miting* Nazionale di Tulime Onlus ad Alcamo

Dal 21 al 23 Ottobre Tulime Onlus invita tutti al Centro Vivilbosco nella Riserva Naturale Bosco d’Alcamo, in provincia di Trapani, per l’XII MITIng Nazionale. Si chiama MiTING non per […]

Dal 21 al 23 Ottobre Tulime Onlus invita tutti al Centro Vivilbosco nella Riserva Naturale Bosco d’Alcamo, in provincia di Trapani, per l’XII MITIng Nazionale. Si chiama MiTING non per un errore di battitura: in kiswahili la parola “MITI” significa “alberi” e, dato che Tulime ha iniziato la sua attività coltivando alberi nei villaggi della Tanzania, l’assonanza con la parola Meeting è venuta naturale.

Incontri e confronti, dialoghi e dibattiti, interventi ed approfondimenti, ma anche momenti conviviali di riposo e divertimento per conoscere i risultati di un anno di lavoro e per capire in che modo Tulime interpreta il proprio ruolo nel mondo della cooperazione internazionale.

Il XII MITIng di Tulime propone una riflessione su quali siano i reali bisogni che muovono noi “cooperanti” verso gli altri, quali invece quelli altrui, indagando la relazione e la correlazione, come unici strumenti per valutare se è possibile soddisfare reciprocamente questi bisogni, sempre più planetari e condivisi, che ci muovono e caratterizzano. Come in un gioco di Puzzle, proveremo a ricomporre così le tessere del nostro agire per provare, tutti insieme, a dare loro una collocazione all’interno di un disegno comune. Questo, sempre all’interno dello “spazio neutro di negoziazione”, in compagnia dei rappresentanti di tutti i nostri partner extraeuropei che condividono quella che viene intesa come cooperazione di comunità.

La grande novità di quest’anno saranno proprio gli ospiti che ci aiuteranno ad affrontare il tema proposto: da un lato i referenti dei nostri partner esteri per il progetto Ka2 (“Youth Communities within (re)cycle of matter) e dall’altro Michele Nardelli che ci proporrà la presentazione del libro “i Buoni” di Luca Rastello.

Il MIting è un momento in cui ci si incontra, ci si mette in discussione, si propone e si fanno bilanci, insomma un’occasione imperdibile, per chi l’ha già vissuto e per chi deciderà di iniziare da adesso. Possono prendere parte al MITIng i soci, i volontari e i cooperanti dell’associazione, ma anche semplici curiosi o desiderosi di conoscere Tulime e i suoi progetti in Italia, Nepal e in Tanzania. Sarà possibile durante l’evento, ottenere la tessera associativa per il nuovo anno.

Il programma è, come ogni anno, ricco di contributi e attività, ma non mancheranno anche momenti di condivisione e convivialità, come l’appuntamento immancabile del “Potlach” il sabato sera, che ad ogni meeting ci piace riproporre: un’occasione per raccontarsi e raccontare un affetto, un ricordo, un’esperienza tramite lo scambio, tra i partecipanti, di prodotti culinari delle rispettive regioni di appartenenza. Vi precisiamo che la cucina del ristorante, per la serata del Potlach, è a nostra disposizione.
Durante il MIting, infine, potranno essere acquistati i prodotti di Mani d’Africa e di Mani d’Asia della nuova collezione.

Location
Il XII MIting si svolgerà presso la Riserva Naturale del Bosco d’Alcamo. La struttura che ospiterà il MIting è sede del Centro di Educazione alla Terra “Vivilbosco” e dispone di una confortevole sala conferenze, di un ristorante, “La Funtanazza” e di un ostello “Cielo d’Alcamo”.

Come raggiungerci
In auto: Autostrada A29 uscita Alcamo Ovest, proseguire in direzione Alcamo, all’ingresso della città mantenere la destra e percorrere Corso Generale dei Medici, svoltare leggermente a sinistra e subito dopo a destra per Piazza Pittore Renda, proseguire dritto per Viale Italia fino alla rotonda, prendere la 2a uscita ed imboccare Viale Europa, seguire le indicazioni per la Riserva ed svoltare a destra per Via Narici e immettersi in via per Monte Bonifato. Percorrere tutti i tornanti per alcuni KM fino al piazzale Funtanazza.

Per info e prenotazioni e per chiunque dovesse avere necessità di un supporto negli spostamenti può mettersi in contatto con la segreteria tramite il numero telefonico 091.217612 (dal lun al ven dalle 9 alle 13) o tramite la mail info@tulime.org.

programma-2016-3.jpg (134 download )
invito-MIting-2016-1.jpg (114 download )

0

Occasione di SVE in Romania (Arad) di lungo periodo (8 mesi) con il Progetto Odeon. 2 posti disponibili con ente di invio Tulime Onlus

Tulime onlus è alla ricerca di 2 volontari (un omo e una donna) da inserire all’interno del progettoOdeon. Si tratta di un progetto di Servizio Volontario Europeo, previsto dalla Key […]

Tulime onlus è alla ricerca di 2 volontari (un omo e una donna) da inserire all’interno del progettoOdeon. Si tratta di un progetto di Servizio Volontario Europeo, previsto dalla Key Action 1 del Programma Erasmus Plus.

Tulime Onlus sarà ente di invio dei volontari selezionati verso la Romania, presso la città di Arad, per prender parte all’esperienza SVE di lungo periodo della durata di 8 mesi a partire dal 3 settembre 2016.

L’ambito del progetto è quello dell’educazione sessuale, dell’educazione alla salute e della sensibilizzazione-informazione sul tema. I volontari saranno coinvolti in tutte le fasi di preparazione, realizzazione, valutazione e diffusione delle attività previste dal progetto e godranno del contributo di esperti durante gli incontri dello staff progettuale.

Per candidarsi mandare CV e lettera motivazionale al seguente indirizzo: info@tulime.org entro e non oltre il 10 agosto

Graduatoria Servizio Civile Nazionale all'estero Luglio 2017 (52 download )
0

BANDO DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2016 – 4 le posizioni disponibili a Tulime ONLUS

SCADENZA BANDO: 8 luglio 2016 ore 14.00 In data 30 MAGGIO 2016 è stato pubblicato il Bando di Servizio Civile Nazionale e i Bandi Regionali. Scarica il Bando Regionale per […]

SCADENZA BANDO: 8 luglio 2016 ore 14.00

In data 30 MAGGIO 2016 è stato pubblicato il Bando di Servizio Civile Nazionale e i Bandi Regionali.
Scarica il Bando Regionale per i progetti di servizio civile nazionale nella Regione Sicilia, pubblicato in data 30 Maggio 2016.

Scarica la Scheda descrittiva del Progetto di Tulime Onlus  (Allegato 6 Schema sintesi progetto) per il quale ci sono a disposizione 4 posti di Servizio Civile.

COSA E’ IL SERVIZIO CIVILE?
È un servizio volontario riconosciuto dallo Stato italiano aperto ai ragazzi e ragazze tra i 18 e i 28 anni. Il Servizio Civile Nazionale (SCN) ha tra le sue finalità quella di attuare il dovere di difesa della patria sancito dall’articolo 52 della Costituzione. Una difesa che si distingue da quella proposta dall’esercito perchè non armata e che si traduce nella cura e nell’interesse del bene comune, con particolare attenzione per i soggetti più deboli, nella cittadinanza attiva, nella promozione di una cultura di pace e di solidarietà tra i popoli. Il SCN è un’esperienza formativa e di crescita umana.

CHI PUO’ PRESENTARE DOMANDA?
Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età, in possesso dei seguenti requisiti:
- cittadini italiani;
- cittadini degli altri Paesi dell’Unione europea;
- cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti;
- non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.
I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad esclusione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.

Non possono presentare domanda i giovani che:
a) abbiano già prestato servizio civile nazionale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista, o che lo stiano prestando ai sensi della legge n. 64 del 2001, nonché coloro che alla data di pubblicazione del presente bando siano impegnati nella realizzazione di progetti di servizio civile nazionale per l’attuazione del programma europeo Garanzia Giovani e per l’attuazione del progetto sperimentale europeo IVO4ALL;
b) abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.

Non costituisce causa ostativa alla presentazione della domanda di servizio civile nazionale l’aver già svolto il servizio civile nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani” o aver interrotto il servizio civile nazionale a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente originato da segnalazione dei volontari.

COME PRESENTARE DOMANDA?
La domanda di partecipazione, deve essere indirizzata direttamente all’ente che realizza il progetto prescelto e deve pervenire allo stesso entro e non oltre le ore 14.00 del 30 giugno 2016. Le domande pervenute oltre il termine stabilito non saranno prese in considerazione. Non fa fede il timbro postale.
La domanda, firmata dal richiedente, deve contenere i seguenti documenti obbligatori:

- Allegato 2 Domanda di ammissione  Domanda di ammissione debitamente compilato e firmato in originale, attenendosi scrupolosamente alle istruzioni riportate in calce al modello stesso e avendo cura di indicare la sede per la quale si intende concorrere;
- fotocopia di valido documento di identità personale;
- Allegato 3 Dichiarazione titoli contenente i dati relativi ai titoli, debitamente compilato

E i seguenti documenti richiesti dall’ente:
1) 2 fototessere
2) 1 Cv aggiornato e firmato ed eventuali copie di titoli in possesso e documentazione significativa

Le domande possono essere presentate esclusivamente secondo le seguenti modalità:

1) con Posta Elettronica Certificata (PEC) all’indirizzo tulime@pec.it avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf – il titolare della PEC DEVE essere il candidato stesso – non è possibile inviare posta PEC con indirizzo email certificato governativo perchè è utilizzabile solo per le pubbliche amministrazioni e gli enti di servizio civile sono enti privati;

2) a mezzo “raccomandata A/R”, all’indirizzo
Associazione di Cooperanti Tulime Onlus
Viale Regione Siciliana, 2156, 90135 Palermo (Italia)
Attenzione! non fa fede il timbro postale

3) consegnate a mano, all’indirizzo
Associazione di Cooperanti Tulime Onlus
Viale Regione Siciliana, 2156, 90135 Palermo (Italia)
Sul citofono selezionare il numero 1047, l’ufficio è aperto dal Lunedi al Venerdì, orario 9-13

Per richieste specifiche sulla consegna a mano telefonare al 329 422 5722 (Giulia)

È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio  civile nazionale, da scegliere tra i progetti inseriti nel presente bando e tra quelli inseriti nei bandi regionali e delle Province autonome contestualmente pubblicati. La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti inseriti nei bandi innanzi citati, indipendentemente dalla circostanza che non si partecipi alle selezioni. La mancata sottoscrizione e/o la presentazione della domanda fuori termine è causa di esclusione dalla selezione, analogamente al mancato invio della fotocopia del documento di identità;

PROCEDURE SELETTIVE
La selezione dei candidati è effettuata, ai sensi dell’art. 8 del decreto legislativo n. 77 del 2002, dall’ente che realizza il progetto prescelto. Per informazioni più approfondite si rimanda alla Scheda descrittiva del Progetto di Tulime Onlus (Allegato 6 Schema sintesi progetto) e all’Art 5 del Bando. Le procedure selettive sono effettuate in lingua italiana. I candidati si attengono alle indicazioni fornite dall’ente medesimo in ordine ai tempi, ai luoghi e alle modalità delle procedure selettive.

PER INFORMAZIONI E CHIARIMENTI
contattare Francesco 320.4383638
O consultare la FAQ Risposte a domande più frequenti, debitamente predisposta dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale

0

SOSTIENI Tulime Onlus col tuo 5×1000

Caro amico e/o socio di Tulime, esiste una maniera molto semplice per aiutarci a portare avanti le nostre attività in Tanzania, Nepal ed Uganda: SCEGLI di sostenere i nostri progetti […]

Caro amico e/o socio di Tulime,
esiste una maniera molto semplice per aiutarci a portare avanti le nostre attività in Tanzania, Nepal ed Uganda: SCEGLI di sostenere i nostri progetti destinando all’Associazione parte della tua quota IRPEF.

BASTA LA TUA FIRMA E IL NOSTRO CODICE FISCALE

Compilando il modulo 730, il CUD oppure il Modello Unico potrai devolvere il tuo 5×1000 a Tulime Onlus: firma l’apposito riquadro: “Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale…” e indica il codice fiscale di Tulime Onlus: 97176330823.

GRAZIE A TE potremo garantire continuità alle nostre attività e moltiplicare le nostre azioni volte a realizzare progetti sulla base di programmi di sviluppo socio-territoriale e ambientale, in cui le comunità sono attori centrali dei processi di trasformazione.

Tulime Onlus garantisce TRASPARENZA nell’uso dei fondi, dandoti sempre riscontro dei progetti realizzati.

Ti proponiamo 5 storie. 5 esempi concreti di cosa siamo riusciti a fare in Tanzania grazie al 5×1000 nel corso del 2015*: 5 Storie. 5 Esempi concreti di cosa abbiamo fatto con il tuo 5×1000 nel 2015*: – 2 borse di studio, garantendo l’istruzione secondaria a giovani dell’altopiano di Iringa – Tanzania; – Maji for Kitowo: realizzazione di un pozzo per piu’ di 2000 abitanti del villaggio di Kitowo e dei villaggi limitrofi (Tanzania) – No More Discrimination Against People with Albinism: una campagna di sensibilizzazione in 38 scuole del distretto di Kilolo – Tanzania – Pomerini Microcredit Project: Roza ha ricostruito il tetto della sua abitazione; Inno ha reinvestito il prestito in una nuova attivita’ e negli studi per la patente – Help Nepal: post terremoto, supporto della comunita’ di Chhaling con la distribuzione di 120 kit di sementi per la stagione di semina offrendo cibo e lavoro

*Questi progetti sono stati finanziati in parte da donatori privati, in parte dalla Chiesa Valdese.
Il 5×1000 ci ha consentito di raggiungere le cifre utili a portarli a termine.

Puoi scaricare il Graduatoria Servizio Civile Nazionale all'estero Luglio 2017 (52 download ) e aiutarci a diffonderlo condividendolo on line su blog, siti e social network e coinvolgendo parenti e amici invitando anche loro a destinare il loro 5 x 1000 a Tulime Onlus!
Grazie per il TUO supporto.
Tulime Onlus

Per info:
Tulime Onlus Tel. 091.217612 info@tulime.org www.tulime.org

1

Mi.fi.ma: una nuova sfida per Tulime Onlus

Mi.fi.ma è l’acronimo di Mikono na Fikiri ya Maendeleo, mani e pensiero per lo sviluppo. Il progetto, finanziato dalla Chiesa Valdese, ha preso formalmente avvio il 18 gennaio e comprende […]

Mi.fi.ma è l’acronimo di Mikono na Fikiri ya Maendeleo, mani e pensiero per lo sviluppo. Il progetto, finanziato dalla Chiesa Valdese, ha preso formalmente avvio il 18 gennaio e comprende numerose attività in vari ambiti di intervento e si fonda sulle esperienze pregresse di Tulime nell’area del distretto di Kilolo in Tanzania. Mi. Fi. Ma prevede la realizzazione di un centro dimostrativo nel quale si svolgeranno attività di varia natura, dall’allevamento all’agricoltura al riciclo creativo.

Mifima

I fruitori del centro, appartenenti a fasce della popolazione particolarmente vulnerabili come individui affetti da disabilità fisiche e mentali, vedove e orfani, potranno acquisire competenze in vari settori e metterle in pratica accedendo al programma di microcredito. Il progetto prevede inoltre l’attivazione di un polo di distribuzione di creme solari e occhiali a vantaggio di individui affetti da albinismo e di un servizio di bike sharing. Mi. Fi. Ma offrirà un supporto nell’avvio di nuove attività economiche favorendo al contempo l’autonomia individuale e l’iniziativa dei beneficiari.

Mifima 2

1

Le ragazze di Tabasamu

Oggi, dalle 18:00 alle 20:00 nell’Auditorium di Tiscali, la presentazione in anteprima de “Le ragazze di Tabasamu” il reportage video realizzato dal giovane Alessandro Ledda, studente dell’Università degli Studi di […]

Oggi, dalle 18:00 alle 20:00 nell’Auditorium di Tiscali, la presentazione in anteprima de “Le ragazze di Tabasamu” il reportage video realizzato dal giovane Alessandro Ledda, studente dell’Università degli Studi di Sassari. Un video breve ma profondo e delicato che indaga, attraverso lo sguardo discreto di un osservatore esterno, il ruolo della comunicazione nell’integrazione delle persone affette da disabilità mentali. Un messaggio dalla Tanzania per far riflettere, ancora una volta, sul fatto che la diversità può solo costruire e mai distruggere.
nota stampa reportage Ledda_9feb
L’opera racconta la storia di cinque donne disabili del villaggio di Pomerini: Fikiri, Sara, Doto, Ema e Adija. Una storia fatta di superstizione, discriminazione e ignoranza, ma anche di entusiasmo e voglia di cambiare le cose. “Le ragazze di Tabasamu” diretto e girato da Alessandro Ledda, nasce come progetto della tesi di laurea triennale in Scienze della Comunicazione; è il frutto di un’esperienza diretta che, grazie a un bando Ulisse promosso dallo stesso ateneo, ha permesso allo studente di svolgere un tirocinio nel villaggio di Pomerini, con Tulime Onlus.

Il tirocinio era finalizzato ad indagare il ruolo della comunicazione nell’integrazione delle persone affette da disabilità mentali attraverso la somministrazione di questionari agli abitanti, la realizzazione di un reportage video di 20 minuti, girato con mezzi di fortuna forniti dalla stessa Tulime e con l’unica pretesa di testimoniare le effettive condizioni in cui sono costretti a vivere i disabili nello stato tanzaniano. Infine, il monitoraggio costante dei progressi del progetto “Tutto è Possibile”, che lavora ogni giorno per accrescere l’autostima e l’autonomia di queste donne in una comunità che le mette costantemente ai margini.Durante l’incontro si approfondirà il tema della comunicazione come strumento di integrazione per le persone affette da disabilità mentali insieme all’autore del reportage e alla nostra responsabile locale di Pomerini, Stefania Ceruso.
Sarà inoltre possibile effettuare delle donazioni a sostegno dei nostri progetti attualmente attivi grazie ai quali si sta sviluppando una nuova idea di cooperazione internazionale che mira a realizzare un continuo intreccio di saperi ed esperienze che dall’Italia arrivano in Africa, nascono, crescono e dall’Africa volano nuovamente verso l’Italia.

Inoltre l’evento andrà anche in onda sul notiziario TGR Sardegna delle 14

http://www.tgr.rai.it/dl/rainews/TGR/tgrLive.html?block=PublishingBlock-c9be07a1-4453-4cfd-b296-30d47339bd1a

in streaming:

http://www.tgr.rai.it/dl/rainews/TGR/basic/PublishingBlock-c9be07a1-4453-4cfd-b296-30d47339bd1a.html

0

Camminando con Tulime

Domenica 7 febbraio 2016 Riserva Naturale Orientata di Capo Gallo (lato Barcarello) Incontro a Sferracavallo/ingresso riserva ore 10.30. Escursione facile e panoramica sul mare. Programma Avete mai pensato di andare […]

Domenica 7 febbraio 2016

Riserva Naturale Orientata di Capo Gallo (lato Barcarello)

Incontro a Sferracavallo/ingresso riserva ore 10.30.

Escursione facile e panoramica sul mare.

Programma

Avete mai pensato di andare a mare d’inverno? In Sicilia abbiamo il privilegio di avere il mare sempre a portata di mano e proprio per questo a volte ce ne dimentichiamo, aspettiamo intrepidi il primo tepore della primavera per tornare ad ammirarlo in tutto il suo splendore. Ma il mare riserva eccezionali sorprese anche nella fredda stagione, soprattutto quando è circondato da una Natura ricca e maestosa.

Camminando con Tulime propone una passeggiata adatta a famiglie con bambini all’interno della Riserva di Capo Gallo che si snoda sui sentieri tracciati del Monte Gallo a ridosso del mare, nel tratto ovest del promontorio (accesso da Sferracavallo). Il sentiero ci porterà fino a Punta Barcarello e da lì si salirà su un breve percorso panoramico da cui ammirare l’immensità del mare nostrum.

Il versante settentrionale che visiteremo ospita una vegetazione cespugliosa di gariga ed elementi della macchia mediterranea quali la palma nana, l’euforbia, il lentisco, il cappero, il mirto, il timo, il sommacco siciliano e tante altre specie. In aree ristrette sopravvivono inoltre lembi di lecceta, vestigia dell’antica foresta mediterranea sempreverde che un tempo dominava quest’area. Un cenno particolare merita una pianta avventizia molto diffusa, il Pennisetum setaceum, una graminacea nordafricana introdotta nell’Orto Botanico di Palermo per essere sperimentata come pianta da foraggio, che oggi si è diffusa spontaneamente in gran parte della Sicilia.

Dopo il pranzo a sacco si proporranno delle attività di Educazione alla Terra per i più piccoli e poi si farà ritorno a cancello di ingresso lato Sferracavallo.

Costo escursione: € 10,00. Per i soci di Tulime Onlus regolarmente tesserati per l’anno 2016 il costo dell’escursione è di € 6,00. Il costo della tessera annuale a Tulime Onlus è di € 25,00. Bambini 0-10 anni gratuiti. 10-15 anni € 3,00.

Il costo include la copertura assicurativa e la guida.

Pranzo a sacco a carico dei partecipanti.

L’adesione all’escursione dovrà essere confermata entro le ore 18.00 di sabato 6 febbraio.

Contatti

Dal Lunedì al Venerdì 9.00 – 13.00 T. 091217612

Marina Ruisi – M. 328 4611576

Giuseppe Di Giorgio – M. 328 2816254
Scarica da qui il programma completo (178 download )

0

Mani e pensiero per lo sviluppo: il nuovo progetto finanziato dalla Chiesa Valdese

“Mikono na Fikira ya Maendeleo” (MI.FI.MA): è questo il titolo del nuovo progetto di Tulime Onlus finanziato dalla Chiesa Valdese. Le attività avranno inizio a gennaio 2016. Il progetto ha […]

“Mikono na Fikira ya Maendeleo” (MI.FI.MA): è questo il titolo del nuovo progetto di Tulime Onlus finanziato dalla Chiesa Valdese. Le attività avranno inizio a gennaio 2016.

Il progetto ha l’obiettivo di contribuire alla sicurezza economica e all’integrazione sociale di soggetti vulnerabili a basso reddito quali portatori di disabilità e persone affette da albinismo che abitano i villaggi del Distretto di Kilolo, regione di Iringa (Tanzania, Africa). I soggetti sono già beneficiari di altri interventi previsti dal progetto “No more Discrimination against People with Albinism” e il progetto “Tutto è possibile”.

Le attività progettuali mirano a favorire l’accesso a formazione e credito e alla creazione del Centro Mi.Fi.Ma che mira a divenire luogo di erogazione di servizi altamente accessibile dai beneficiari dei progetti e dalla comunità locale. La creazione del Centro diventa il fulcro della strategia d’intervento, nella consapevolezza che uno sviluppo vero sia possibile tramite il contributo di tutti i componenti della comunità locale, ognuno con le proprie competenze. Esso sarà attivato presso una struttura già esistente e che al momento, sotto il nome di “Casa Tulime” è sede dei volontari e dei cooperanti dell’associazione.

La logica è quella della Cooperazione di Comunità che mira a creare relazioni stabili e rispettose nei confronti della comunità locale, mirando ad un mutuo sviluppo e alla conoscenza reciproca di rispettivi bisogni e obiettivi. Altra strategia è quella della “messa a rete dei progetti”. Il Progetto “Mani d’Africa” (sulla rivalorizzazione dell’artigianato tanzaniano tramite mercato solidale), il Progetto “Baiskeli” (legato al cicloturismo e al turismo consapevole), il Progetto “Distretto Frutticolo” (progetto per lo sviluppo agricolo), il Progetto “No more Discrimination against People with Albinism” e il progetto “Tutto è Possibile” (a favore dei disabili mentali del villaggio di Pomerini) sono i progetti che si incontrano e che rendono la loro sincronicità e la loro complementarità il punto di forza del progetto Mi.fi.ma per far sì che le azioni non siano mai isolate le una dalle altre, nella consapevolezza che parlare di “sviluppo” mette in gioco varianti numerose che non possono essere considerate all’infuori della loro interdipendenza.

Pagina 2 di 5912345...102030...Ultima »