Ultime notizie
1

Le ragazze di Tabasamu

Oggi, dalle 18:00 alle 20:00 nell’Auditorium di Tiscali, la presentazione in anteprima de “Le ragazze di Tabasamu” il reportage video realizzato dal giovane Alessandro Ledda, studente dell’Università degli Studi di […]

Oggi, dalle 18:00 alle 20:00 nell’Auditorium di Tiscali, la presentazione in anteprima de “Le ragazze di Tabasamu” il reportage video realizzato dal giovane Alessandro Ledda, studente dell’Università degli Studi di Sassari. Un video breve ma profondo e delicato che indaga, attraverso lo sguardo discreto di un osservatore esterno, il ruolo della comunicazione nell’integrazione delle persone affette da disabilità mentali. Un messaggio dalla Tanzania per far riflettere, ancora una volta, sul fatto che la diversità può solo costruire e mai distruggere.
nota stampa reportage Ledda_9feb
L’opera racconta la storia di cinque donne disabili del villaggio di Pomerini: Fikiri, Sara, Doto, Ema e Adija. Una storia fatta di superstizione, discriminazione e ignoranza, ma anche di entusiasmo e voglia di cambiare le cose. “Le ragazze di Tabasamu” diretto e girato da Alessandro Ledda, nasce come progetto della tesi di laurea triennale in Scienze della Comunicazione; è il frutto di un’esperienza diretta che, grazie a un bando Ulisse promosso dallo stesso ateneo, ha permesso allo studente di svolgere un tirocinio nel villaggio di Pomerini, con Tulime Onlus.

Il tirocinio era finalizzato ad indagare il ruolo della comunicazione nell’integrazione delle persone affette da disabilità mentali attraverso la somministrazione di questionari agli abitanti, la realizzazione di un reportage video di 20 minuti, girato con mezzi di fortuna forniti dalla stessa Tulime e con l’unica pretesa di testimoniare le effettive condizioni in cui sono costretti a vivere i disabili nello stato tanzaniano. Infine, il monitoraggio costante dei progressi del progetto “Tutto è Possibile”, che lavora ogni giorno per accrescere l’autostima e l’autonomia di queste donne in una comunità che le mette costantemente ai margini.Durante l’incontro si approfondirà il tema della comunicazione come strumento di integrazione per le persone affette da disabilità mentali insieme all’autore del reportage e alla nostra responsabile locale di Pomerini, Stefania Ceruso.
Sarà inoltre possibile effettuare delle donazioni a sostegno dei nostri progetti attualmente attivi grazie ai quali si sta sviluppando una nuova idea di cooperazione internazionale che mira a realizzare un continuo intreccio di saperi ed esperienze che dall’Italia arrivano in Africa, nascono, crescono e dall’Africa volano nuovamente verso l’Italia.

Inoltre l’evento andrà anche in onda sul notiziario TGR Sardegna delle 14

http://www.tgr.rai.it/dl/rainews/TGR/tgrLive.html?block=PublishingBlock-c9be07a1-4453-4cfd-b296-30d47339bd1a

in streaming:

http://www.tgr.rai.it/dl/rainews/TGR/basic/PublishingBlock-c9be07a1-4453-4cfd-b296-30d47339bd1a.html

0

Camminando con Tulime

Domenica 7 febbraio 2016 Riserva Naturale Orientata di Capo Gallo (lato Barcarello) Incontro a Sferracavallo/ingresso riserva ore 10.30. Escursione facile e panoramica sul mare. Programma Avete mai pensato di andare […]

Domenica 7 febbraio 2016

Riserva Naturale Orientata di Capo Gallo (lato Barcarello)

Incontro a Sferracavallo/ingresso riserva ore 10.30.

Escursione facile e panoramica sul mare.

Programma

Avete mai pensato di andare a mare d’inverno? In Sicilia abbiamo il privilegio di avere il mare sempre a portata di mano e proprio per questo a volte ce ne dimentichiamo, aspettiamo intrepidi il primo tepore della primavera per tornare ad ammirarlo in tutto il suo splendore. Ma il mare riserva eccezionali sorprese anche nella fredda stagione, soprattutto quando è circondato da una Natura ricca e maestosa.

Camminando con Tulime propone una passeggiata adatta a famiglie con bambini all’interno della Riserva di Capo Gallo che si snoda sui sentieri tracciati del Monte Gallo a ridosso del mare, nel tratto ovest del promontorio (accesso da Sferracavallo). Il sentiero ci porterà fino a Punta Barcarello e da lì si salirà su un breve percorso panoramico da cui ammirare l’immensità del mare nostrum.

Il versante settentrionale che visiteremo ospita una vegetazione cespugliosa di gariga ed elementi della macchia mediterranea quali la palma nana, l’euforbia, il lentisco, il cappero, il mirto, il timo, il sommacco siciliano e tante altre specie. In aree ristrette sopravvivono inoltre lembi di lecceta, vestigia dell’antica foresta mediterranea sempreverde che un tempo dominava quest’area. Un cenno particolare merita una pianta avventizia molto diffusa, il Pennisetum setaceum, una graminacea nordafricana introdotta nell’Orto Botanico di Palermo per essere sperimentata come pianta da foraggio, che oggi si è diffusa spontaneamente in gran parte della Sicilia.

Dopo il pranzo a sacco si proporranno delle attività di Educazione alla Terra per i più piccoli e poi si farà ritorno a cancello di ingresso lato Sferracavallo.

Costo escursione: € 10,00. Per i soci di Tulime Onlus regolarmente tesserati per l’anno 2016 il costo dell’escursione è di € 6,00. Il costo della tessera annuale a Tulime Onlus è di € 25,00. Bambini 0-10 anni gratuiti. 10-15 anni € 3,00.

Il costo include la copertura assicurativa e la guida.

Pranzo a sacco a carico dei partecipanti.

L’adesione all’escursione dovrà essere confermata entro le ore 18.00 di sabato 6 febbraio.

Contatti

Dal Lunedì al Venerdì 9.00 – 13.00 T. 091217612

Marina Ruisi – M. 328 4611576

Giuseppe Di Giorgio – M. 328 2816254
Scarica da qui il programma completo (204 download )

0

Mani e pensiero per lo sviluppo: il nuovo progetto finanziato dalla Chiesa Valdese

“Mikono na Fikira ya Maendeleo” (MI.FI.MA): è questo il titolo del nuovo progetto di Tulime Onlus finanziato dalla Chiesa Valdese. Le attività avranno inizio a gennaio 2016. Il progetto ha […]

“Mikono na Fikira ya Maendeleo” (MI.FI.MA): è questo il titolo del nuovo progetto di Tulime Onlus finanziato dalla Chiesa Valdese. Le attività avranno inizio a gennaio 2016.

Il progetto ha l’obiettivo di contribuire alla sicurezza economica e all’integrazione sociale di soggetti vulnerabili a basso reddito quali portatori di disabilità e persone affette da albinismo che abitano i villaggi del Distretto di Kilolo, regione di Iringa (Tanzania, Africa). I soggetti sono già beneficiari di altri interventi previsti dal progetto “No more Discrimination against People with Albinism” e il progetto “Tutto è possibile”.

Le attività progettuali mirano a favorire l’accesso a formazione e credito e alla creazione del Centro Mi.Fi.Ma che mira a divenire luogo di erogazione di servizi altamente accessibile dai beneficiari dei progetti e dalla comunità locale. La creazione del Centro diventa il fulcro della strategia d’intervento, nella consapevolezza che uno sviluppo vero sia possibile tramite il contributo di tutti i componenti della comunità locale, ognuno con le proprie competenze. Esso sarà attivato presso una struttura già esistente e che al momento, sotto il nome di “Casa Tulime” è sede dei volontari e dei cooperanti dell’associazione.

La logica è quella della Cooperazione di Comunità che mira a creare relazioni stabili e rispettose nei confronti della comunità locale, mirando ad un mutuo sviluppo e alla conoscenza reciproca di rispettivi bisogni e obiettivi. Altra strategia è quella della “messa a rete dei progetti”. Il Progetto “Mani d’Africa” (sulla rivalorizzazione dell’artigianato tanzaniano tramite mercato solidale), il Progetto “Baiskeli” (legato al cicloturismo e al turismo consapevole), il Progetto “Distretto Frutticolo” (progetto per lo sviluppo agricolo), il Progetto “No more Discrimination against People with Albinism” e il progetto “Tutto è Possibile” (a favore dei disabili mentali del villaggio di Pomerini) sono i progetti che si incontrano e che rendono la loro sincronicità e la loro complementarità il punto di forza del progetto Mi.fi.ma per far sì che le azioni non siano mai isolate le una dalle altre, nella consapevolezza che parlare di “sviluppo” mette in gioco varianti numerose che non possono essere considerate all’infuori della loro interdipendenza.

0

Lo SVE con Tulime…da germoglio ad albero in crescita

Tulime da anni collabora all’implementazione di progetti di Servizio Volontario Europeo promossi dal Programma Erasmus Plus come organizzazione coordinatrice, ospitante e di invio. Da qualche giornola nostra associazione ha ottenuto […]

Tulime da anni collabora all’implementazione di progetti di Servizio Volontario Europeo promossi dal Programma Erasmus Plus come organizzazione coordinatrice, ospitante e di invio. Da qualche giornola nostra associazione ha ottenuto l’accreditamento per l’ospitalità e la gestione di 8 volontari (un numero doppio rispetto al precedente accreditamento) che, in periodi diversi dell’anno, sosterranno Tulime durante le sue attività, dall’organizzazione di eventi, alle attività specifiche di ogni progetto, al sostegno “a distanza” dei progetti di cooperazione internazionale all’estero.
Per l’anno 2016 sono due i progetti che vedranno 8 volontari (4 per ogni progetto) ospiti a Palermo.

Progetto WAAM (We are all migrants): il progetto ospiterà 4 volontari provenienti da Germania, Tunisia, Turchia e Spagna per un periodo di 9 mesi da marzo a novembre 2016. Come lo stesso titolo suggerisce si tratta di un progetto che vedrà i volontari impegnarsi con Tulime in attività che hanno come argomento principale le migrazioni in relazione alla promozione del dialogo culturale, alla necessità di un nuovo modo di fare mediazione tra culture. Queste azioni saranno affiancate da ricerche e riflessioni su quanto i paesi “sviluppati” siano stati i primi ad essere paesi d’origine di flussi di popolazioni migranti in cerca di migliori condizioni di vita.

Progetto “Let’s Cultivate Beauty”(Coltiviamo la bellezza): il progetto ospiterà 4 volontari provenienti da Ungheria e Polonia per un periodo di 6 mesi da maggio a ottobre 2016. I volontari saranno coinvolti in attività nella città di Palermo che riguarderanno i temi della rivalorizzazione urbana, la creazione di laboratori nelle scuole sul tema dell’intercultura, l’organizzazione di eventi volti alla sensibilizzazione al tema dello “sviluppo” e della “Cooperazione di Comunità”, filo conduttore e logica di intervento adottata da Tulime in tutti i suoi interventi.
Promuovere il volontariato e la mobilità significa “accorciare le distanze”, metter in moto idee, puntare sui giovani e sulla capacità innovativa che li caratterizza.

0

Inaugurazione Coworking Quarto Tempo…Tulime c’è!

Venerdì 11 dalle 19 alle 22 e domenica 13 dalle 10 alle 13 saremo presenti con i nostri progetti e con i prodotti di artigianato di Mani D’Africa e di […]

Venerdì 11 dalle 19 alle 22 e domenica 13 dalle 10 alle 13 saremo presenti con i nostri progetti e con i prodotti di artigianato di Mani D’Africa e di Mani D’Asia all’inaugurazione del coworking di Quarto Tempo, in via Bara all’Olivella 67. Potete scaricare da Graduatoria Servizio Civile Nazionale all'estero Luglio 2017 (74 download ) la locandina oppure avere maggiori dettagli sul programma nella pagina fb https://www.facebook.com/Quarto-Tempo-1020477517973856/?fref=ts

0

FestAmbiente Mediterraneo…Tulime c’è!

Quest’anno Tulime parteciperà all’iniziativa “FestAmbiente Mediterraneo” a Palermo, un Eco Festival Nazionale che si svolgerà dal 17 al 20 Dicembre 2015 presso i Cantieri Culturali della Zisa e aperto al […]

Quest’anno Tulime parteciperà all’iniziativa “FestAmbiente Mediterraneo” a Palermo, un Eco Festival Nazionale che si svolgerà dal 17 al 20 Dicembre 2015 presso i Cantieri Culturali della Zisa e aperto al pubblico dalle 10.00 alle 24:00 . La prima edizione punterà ad elaborare una politica comune non solo sul tema dell’adattamento ai cambiamenti climatici, ma anche nei settori della pesca e dell’agricoltura, nonché sulla tutela del mare dal rischio d’inquinamento petrolifero. Un appuntamento di riflessione, impegno ma anche di divertimento.
E proprio al grido di “Tulime”: coltiviamo! congiuntivo esortativo in lingua swahili, l’associazione sarà presente nella sezione dedicata alle associazioni e agli artigiani, con i prodotti artigianali dei progetti Mani d’Africa (attivo in Tanzania) e Mani d’Asia (attivo in Nepal). Sarà possibile infatti, fare delle piccole donazioni acquistando stoffe e prodotti di vario genere quali abbigliamento e arredamento adatti ad adulti e bambini, lavorati in Tanzania e in Nepal all’interno di una rete commerciale sostenibile ed equa, fatta di saperi, esperienze, contatti, relazioni, in un’economia rispettosa della cultura e dei valori locali. Invitiamo poi il pubblico dei più piccoli a partecipare ai laboratori che Tulime terrà nello spazio delle botteghe. Si tratta di laboratori creativi con stoffe africane e materiali di riciclo. I laboratori, attivi tutti i giorni della festa dalle 17 alle 19 sono aperti a bambini in età compresa tra 4 e 10 anni con un contributo di 2,50€ da parte dei partecipanti. Per info e prenotazioni chiamare lo 091.217612 (dalle 9 alle 13) e nei giorni della festa il 392.9668807.

0

Al Vivaio Ibervillea per la Festa d’autunno con Tulime Onlus

Locandina_autunno_MINI (1) Domenica 8 novembre dalle 10,30 alle 15,00 saremo presenti alla Festa d’Autunno organizzata a Palermo dal Vivaio Ibervillea. Durante la manifestazione proporremo un laboratorio per bambini di riciclo […]

colori_foglie_autunno

Locandina_autunno_MINI (1)
Domenica 8 novembre dalle 10,30 alle 15,00 saremo presenti alla Festa d’Autunno organizzata a Palermo dal Vivaio Ibervillea. Durante la manifestazione proporremo un laboratorio per bambini di riciclo tessile e metteremo in vendita “l’outlet” dei nostri prodotti Mani d’Africa. Vi aspettiamo numerosi!!!

0

Tulime inaugura la nuova sede degli uffici…veniteci a trovare!

L’associazione di cooperanti Tulime Onlus inaugura la nuova sede degli uffici a Palermo. Il piccolo evento di presentazione si terrà venerdì 30 ottobre dalle 18.00 in poi, in viale Regione […]

IMG_20151027_112630 cut2
L’associazione di cooperanti Tulime Onlus inaugura la nuova sede degli uffici a Palermo. Il piccolo evento di presentazione si terrà venerdì 30 ottobre dalle 18.00 in poi, in viale Regione Siciliana 2156 (Codice citofono 1047).
Chi desidera venire a trovarci avrà la possibilità di raggiungere più facilmente la nostra sede visto che ci troviamo sull’asse della circonvallazione di Palermo ad angolo con via E. Di Blasi. Sarà anche l’occasione per avere informazioni sulle nostre attività, acquistare un prodotto del progetto Mani d’Africa, stabilire un contatto con l’associazione godendo di un panorama mozzafiato sulla città.
In occasione dell’inaugurazione verrà offerto un aperitivo dai soci di Tulime accompagnato dai vini dell’Azienda Agricola Todaro

0

Un seme di speranza per il Nepal: il racconto

Carissimi donatori e soci di Tulime Onlus, Grazie al sostegno di tutti voi, abbiamo potuto dare seguito ai primi interventi rivolti alle comunità nepalesi con cui cooperiamo in Nepal (Chhaling […]

DSC01494
Carissimi donatori e soci di Tulime Onlus,
Grazie al sostegno di tutti voi, abbiamo potuto dare seguito ai primi interventi rivolti alle comunità nepalesi con cui cooperiamo in Nepal (Chhaling e Bhaktapur), colpite dal terremoto del 25 aprile e del 12 maggio. Vi abbiamo già aggiornato sulla fornitura di coperture per realizzare rifugi temporanei per la stagione dei monsoni, di materiale scolastico e riso.
Grazie alla presenza dei nostri volontari Alessio Scalisi e Filipa Grilo e alla collaborazione attiva con i nostri referenti nepalesi, abbiamo potuto valutare a cosa finalizzare una seconda parte delle donazioni ricevute, procedere agli acquisti in loco dei semi e consegnarli agli abitanti di Chhaling.

Alessio e Filipa raccontano così quei giorni :
DSC01652
Cari amici, la due giorni di consegna semi per il progetto ‘Seeds of Hope’ è riuscita alla perfezione. Grazie a tutti i nostri piccoli e grandi donatori siamo riusciti a donare 117 kit ‘Seeds of Hope’ agli agricoltori di Chhaling. Tra questi contadini, 20 sono genitori degli studenti della scuola Shree Gyan Jyoti. Questo perché vogliamo seminare nuove idee e speranze che ci permetteranno di coniugare l’agricoltura (maggiore fonte di reddito nei villaggi nepalesi) e l’educazione delle nuove.
generazioni di questo paese meraviglioso.
Il kit che ci avete aiutato a donare conteneva semi di carote, broccoli, spinaci, fagioli, cavolfiori, melanzane, ravanelli, daikon (ravanello), cipolle, pomodori, cetrioli e piselli. Oltre ai semi il kit includeva una rivista nepalese di agricoltura, che attraverso parole semplici descrive idee innovative per lo sviluppo di pratiche sostenibili nelle aree rurali nepalesi.
Il momento della consegna è stato davvero toccante e niente ci farà dimenticare i ringraziamenti che abbiamo ricevuto e il pianto di felicità di alcune persone.
Vogliamo ancora una volta ringraziare i nostri fantastici donatori e l’ONG nepalese partner ‘Sungava’ che ci ha supportato per la scelta degli agricoltori e per la consegna dei semi.
Vi mandiamo un grande abbraccio!
DSC01527
Continuate a sostenerci, raccontando dei progetti e delle iniziative di Tulime Onlus ad amici, familiari, colleghi e condividendo con i vostri contatti questa notizia.
Scaricate da qui.pdf (156 download ) la scheda che mostra come le donazioni sono state utilizzate.

Se volete essere aggiornati sulle iniziative di Tulime Onlus, potete inviare un’email all’indirizzo info@tulime.it o iscrivervi dal sito alla nostra newsletter.

0

Campo e controcampo: XI Miting Nazionale di Tulime Onlus nell’antico borgo di Ficuzza

Dal 2 al 4 Ottobre Tulime Onlus invita tutti a Ficuzza, nel cuore della Sicilia, per l’XI MITIng Nazionale. Si chiama MiTING non per un errore di battitura: in kiswahili […]

evento fb
Dal 2 al 4 Ottobre Tulime Onlus invita tutti a Ficuzza, nel cuore della Sicilia, per l’XI MITIng Nazionale. Si chiama MiTING non per un errore di battitura: in kiswahili la parola “MITI” significa “alberi” e, dato che Tulime ha iniziato la sua attività coltivando alberi nei villaggi della Tanzania, l’assonanza con la parola Meeting è venuta naturale.

Campo e Controcampo è il tema scelto per l’undicesimo Meeting Nazionale dell’Associazione di Cooperanti Tulime Onlus.

Una contrapposizione intesa non in termini problematici, bensì come modalità per raggiungere scelte e strategie, come risorsa dalla quale trarre energie positive ed inevitabile condizione all’interno della quale le ONG del terzo millennio si trovano a promuovere la propria azione.

Incontri e confronti, dialoghi e dibattiti, interventi ed approfondimenti, ma anche momenti conviviali di riposo e divertimento per conoscere i risultati di un anno di lavoro e per capire in che modo Tulime interpreta il proprio ruolo nel mondo della cooperazione internazionale.

Il MIting è un momento in cui ci si incontra, ci si mette in discussione, si propone e si fanno bilanci, insomma un’occasione imperdibile, per chi l’ha già vissuto e per chi deciderà di iniziare da adesso.

Il programma (189 download ) è, come ogni anno, ricco di contributi e attività, ma non mancheranno anche momenti di condivisione e convivialità, come le serate di venerdì con la cena sociale all’agriturismo Antica Stazione di Ficuzza e l’appuntamento immancabile del “Potlach” il sabato sera, che ad ogni meeting ci piace riproporre: un’occasione per raccontarsi e raccontare un affetto, un ricordo, un’esperienza tramite lo scambio, tra i partecipanti, di prodotti culinari delle rispettive regioni di appartenenza il tutto accompagnato da un momento musicale.

Durante il MIting potranno essere acquistati i prodotti di Mani d’Africa della nuova collezione e saranno esposti i disegni realizzati dopo il terremoto che ha colpito il Nepal il 25 aprile 2015 dai giovani studenti della scuola Gyan Jyoti di Chhaling, costruita nel 2012 da Tulime Onlus.

Possono prendere parte al MITIng i soci, i volontari e i cooperanti dell’associazione, ma anche semplici curiosi o desiderosi di conoscere Tulime e i suoi progetti in Italia, Nepal e in Tanzania. Sarà possibile durante l’evento, ottenere la tessera associativa per il nuovo anno.

Location

Il XI MIting si svolgerà presso la Riserva Naturale del Bosco di Ficuzza, ad una cinquantina di km da Palermo ed in particolare, grazie alla concessione di alcuni spazi da parte del Dipartimento Regionale dello Sviluppo Rurale, sarà a disposizione l’Aula Saccaro, una sala conferenza nel suggestivo Borgo di Ficuzza.

Come raggiungerci

da Palermo: imboccate la strada a scorrimento veloce per Agrigento fino allo svincolo di Bolognetta, dirigetevi verso Marineo (s.s. 118) e seguite le indicazioni verso Corleone, fino a trovare l’indicazione per Ficuzza.

da Agrigento: percorrere lo scorrimento veloce Agrigento-Palermo fino allo svincolo per Villafrati. Dal bivio Villafrati imboccate la provinciale per Godrano, attraversate il paese e seguite le indicazioni per Ficuzza.

da Trapani: percorrete l’autostrada A29 Trapani-Palermo fino allo svincolo di Partinico. Da Partinico seguite la Provinciale 4 per San Giuseppe Jato e poi sulla strada Provinciale 2 per Corleone, da dove proseguite per Marineo fino a trovare l’indicazione per Ficuzza.

Per info e prenotazioni e per chiunque dovesse avere necessità di un supporto negli spostamenti può mettersi in contatto con la segreteria tramite il numero telefonico 091.217612 (dal lun al ven dalle 9 alle 13) o tramite la mail info@tulime.org.

Vi aspettiamo tutti!

Pagina 3 di 5912345...102030...Ultima »