Ultime notizie
0

Creazione e gestione del vivaio forestale (2002)

Progetti a favore della forestazione

 

Stato di avanzamento al gennaio del 2003
Con l’aumentare degli ettari piantumati aumenta naturalmente la necessità di piantine. Per questa ragione grazie a cinque volontari che hanno attuato la campagna 2003 il vivaio è stato più che raddoppiato portando ad una capacità produttiva di circa 80.000 piante.
Purtroppo l’esperimento fatto l’anno precedente, dando a tre operatori la gestione del vivaio, è risultato abbastanza fallimentare. Soltanto 10.000 delle 30.000 piantine sono risultate adatte alla piantumazione, costringendo i gestori del progetto all’acquisto presso altre strutture delle piante mancanti. Per questa ragione per l’anno 2003 si è deciso di affidare la gestione del vivaio ad un’unica persona (nella fattispecie colui che ha dato i migliori risultati nell’anno 2002).

Stato di attuazione: /
Importo: € 3.700,00
Provenenza fondi: Privati
Responsabile: Francesco Picciotto
Luogo di attuazione: Ng’uruhe (Pomerini)
Beneficiari diretti:
Beneficiari indiretti:

 

0

Creazione e gestione del vivaio forestale (2002-2003)

Progetti a favore della forestazione

 

Prospettive per il biennio 2002-2003
È stata prevista inoltre la creazione di due bancali alti per l’attivazione di sperimentazioni nel campo delle essenze forestali pregiate, delle specie forestali autoctone con finalità ambientali e dei fruttiferi. In particolare è stato attivato un rapporto di collaborazione con l’Istituto di Coltivazioni Arboree della Facoltà di Agraria di Palermo per la definizione di alcuni campi sperimentali di fruttiferi (in particolare alcune cultivar di pesca, cachi, nespoli e actinidia). Sono state assunte per la gestione del vivaio durante tutto il 2002 tre unità di personale (nel 2001 era stata assunta un’unica unità).

Stato di attuazione: /
Importo: /
Provenenza fondi: /
Responsabile: Francesco Picciotto
Luogo di attuazione: Ng’uruhe (Pomerini)
Beneficiari diretti:
Beneficiari indiretti:

 

0

Creazione e gestione del vivaio forestale (2001)

Progetti a favore della forestazione

 

Stato di avanzamento al gennaio del 2002
Come previsto dal presente progetto, grazie all’ausilio dei sei volontari che hanno partecipato al campo che si è svolto a Ng’uruhe (Pomerini) dal 15 dicembre 2001 al 15 gennaio 2002, è stato realizzato il nuovo vivaio per la produzione delle essenze forestali necessarie per la prosecuzione delle attività di filiera. Rispetto alla struttura precedente, che è stata integralmente smobilitata, sono stati aggiunti una serie di bancali necessari per portare la produzione a circa 25.000 unità. È stato inoltre costruito un casotto per gli attrezzi ed i materiali, messo in opera un punto d’acqua, una zona di preparazione dei terricci e la recinzione (per maggiori dettagli sui risultati del campo si veda il resoconto allegato). Alcuni materiali necessari per la gestione del vivaio (paletti in cemento per la recinzione, fitocelle, fertilizzanti, attrezzi, ecc.) sono inoltre stati offerti dai donatori ed inviati con il primo container.

Stato di attuazione: /
Importo: € 1.000,00
Provenenza fondi: Privati
Responsabile: Francesco Picciotto
Luogo di attuazione: Ng’uruhe (Pomerini)
Beneficiari diretti:
Beneficiari indiretti:

 

0

Creazione e gestione del vivaio forestale (2001)

Progetti a favore della forestazione

 

Situazione iniziale e primo anno di intervento: 2001
Fondamentale, all’interno della filiera, risulta la creazione di un piccolo vivaio. È stata già avviata la costituzione di una rudimentale struttura vivaistica che sopperisca alla necessità immediata di produrre, a costi ridotti, le 15.000 piantine necessarie all’impianto dei 10 ettari dei quali si è detto in precedenza. Si ritiene opportuno sviluppare ulteriormente detta struttura prevedendo non soltanto la produzione di essenze forestali finalizzate alla soddisfazione dei bisogni di filiera di Ng’uruhe (Pomerini), ma prevedendo inoltre la distribuzione presso altri centri (esiste una richiesta notevole in tal senso) e la produzione e vendita di fruttiferi di vario genere che cominciano ad essere molto richiesti in zona.
Con l’azione si ritiene di potere provvedere alle necessità economiche per la creazione e gestione nei primi due anni di vita del vivaio, la costruzione materiale dello stesso è demandata ad un progetto di cooperazione in situ di seguito meglio specificato.

Stato di attuazione: /
Importo: /
Provenenza fondi: /
Responsabile: Francesco Picciotto
Luogo di attuazione: Ng’uruhe (Pomerini)
Beneficiari diretti:
Beneficiari indiretti:

 

0

Progetto “Adotta un ettaro” (2010)

Progetti a favore della forestazione

 

Stato di avanzamento al gennaio del 2011
Il progetto è arrivato ad acquistare ed impiantare quasi 500 ettari per complessive 500.000 piantine. Durante il 2010 Tulime e Mawaki per l’opera svolta sono state insignite del premio per l’Ambiente del Governo Tanzaniano

Stato di attuazione: /
Importo: € 2.000,00
Provenenza fondi: Privati
Responsabile: Francesco Picciotto
Luogo di attuazione: Lukani – Mtitu – Masege – Ukumbi – Mawambala – Kitowo – Pomerini – Kihesa – Winome
Beneficiari diretti: 20.000 persone dei 9 villaggi
Beneficiari indiretti: 20.000 persone dei 9 villaggi

 

0

Progetto “Adotta un ettaro” (2009)

Progetti a favore della forestazione

 

Stato di avanzamento al gennaio del 2010
Grazie ad un contributo della Regione Siciliana è stato possibile creare attorno ai campi forestali le fasce tagliafuoco. Inoltre si è proceduto all’acquisto di alcuni campi portando così il numero complessivo di ettari a quasi 400 a fronte di circa 400.000 alberi impiantati. Per maggior informazioni sul progetto si veda la scheda tecnica correlata.

Stato di attuazione: /
Importo: € 1.630,00
Provenenza fondi: Regione Siciliana
Responsabile: Francesco Picciotto
Luogo di attuazione: Lukani – Mtitu – Masege – Ukumbi – Mawambala – Kitowo – Pomerini – Kihesa – Winome
Beneficiari diretti: 20.000 persone dei 9 villaggi
Beneficiari indiretti: 20.000 persone dei 9 villaggi

 

0

Progetto “Adotta un ettaro” (2008)

Progetti a favore della forestazione

 

Stato di avanzamento al gennaio del 2009
Oltre all’acquisto di un altro campo che ha portato l’estensione totale a quasi 300 ha e il numero di alberi impiantati a 400.000 unità anche per quest’anno si è proseguito nella gestione dei fondi già acquistati provvedendo a tutte le opere di manutenzione e mantenimento dell’attuale patrimonio boschivo.

Stato di attuazione: /
Importo: € 5.600,00
Provenenza fondi: Privati
Responsabile: Francesco Picciotto
Luogo di attuazione: Lukani – Mtitu – Masege – Ukumbi – Mawambala – Kitowo – Pomerini – Kihesa – Winome
Beneficiari diretti: 20.000 persone dei 9 villaggi
Beneficiari indiretti: 20.000 persone dei 9 villaggi

 

0

Progetto “Adotta un ettaro” (2007)

Progetti a favore della forestazione

 

Stato di avanzamento al gennaio del 2008
Anche per quest’anno si è proseguito nella gestione dei fondi già acquistati provvedendo a tutte le opere di manutenzione e mantenimento dell’attuale patrimonio boschivo.

Stato di attuazione: /
Importo: € 4.200,00
Provenenza fondi: Privati
Responsabile: Francesco Picciotto
Luogo di attuazione: Lukani – Mtitu – Masege – Ukumbi – Mawambala – Kitowo – Pomerini – Kihesa – Winome
Beneficiari diretti: 20.000 persone dei 9 villaggi
Beneficiari indiretti: 20.000 persone dei 9 villaggi

 

0

Progetto “Adotta un ettaro” (2006)

Progetti a favore della forestazione

 

Stato di avanzamento al gennaio del 2007
Per quest’anno non si sta procedendo all’acquisto di nuovi campi ma alla manutenzione e gestione dei campi già acquistati.

Stato di attuazione: /
Importo: € 5.100,00
Provenenza fondi: Privati
Responsabile: Francesco Picciotto
Luogo di attuazione: Lukani – Mtitu – Masege – Ukumbi – Mawambala – Kitowo – Pomerini – Kihesa – Winome
Beneficiari diretti: 20.000 persone dei 9 villaggi
Beneficiari indiretti: 20.000 persone dei 9 villaggi

 

0

Progetto “Adotta un ettaro” (2005)

Progetti a favore della forestazione

 

Stato di avanzamento a gennaio 2006
A cinque anni dall’inizio del progetto siamo in grado di verificare almeno in parte la bontà delle nostre scelte in ordine alle specie utilizzate per gli impianti. Senza dubbio l’eucaliptus è la specie che meglio risponde alle condizioni locali sia per quanto riguarda la mortalità all’impianto sia per quanto concerne la velocità di accrescimento. Alla luce dei primi dati fornitici dallo studio ecologico che non sembrano allarmare rispetto all’uso appunto dell’eucaliptus si è deciso di ridurre drasticamente l’impianto di pini, attuandolo unicamente sui terreni più fertili, e di incrementare quindi quello di eucaliptus.
Ciononostante si è ritenuto anche opportuno nell’ambito del Progetto Regione Siciliana realizzare un campo sperimentale che verrà posto in essere nei primi mesi del 2006 e che avrà lo scopo di provare sul campo le capacità di adattamento di alcune specie da legno di maggiore pregio rispetto a quelle già utilizzate e alcuni fruttiferi. Attualmente gli ettari acquistati sono 222,14 mentre gli alberi impiantati sono circa 300.000.

Stato di attuazione: /
Importo: € 5.000,00
Provenenza fondi: Privati
Responsabile: Francesco Picciotto
Luogo di attuazione: Ng’uruhe (Pomerini)
Beneficiari diretti:
Beneficiari indiretti:

 

Pagina 30 di 59« Prima...1020...2829303132...4050...Ultima »