Servizio Civile Universale

 

Il Servizio Civile Universale è l’occasione, per i giovani dai 18 ai 28 anni, di avvicinarsi al mondo del lavoro.

 

Dal 2016 Tulime è stato accreditato come ente per il SC e offre quindi la possibilità di  poter prendere parte ai progetti sia  in Italia, a Palermo, che all’estero, in Tanzania.

Nel 2019 Tulime diviene ente di accoglienza per i progetti SCU con ente capofila il CIPSI (https://www.cipsi.it/)

Di seguito le  graduatorie definitive dei Programmi e dei progetti presentati entro il 20 maggio c.a., per l’anno 2022/2023.

Tulime rientra in graduatoria con un ottimo punteggio…aspettiamo di conoscere i prossimi passi per la selezione dei volontari!!!

GRADUATORIA ESTERO. Totale n. 45 Programmi presentati.

Posizioni ASSOCIAZIONE CIPSI, enti in coprogrammazione e relativi enti di accoglienza:

 1° posto, punteggio 89,00. Programma Tanzania, “Kukaribishwa Tanzania per l’inclusione dei più fragili” (n. 4 progetti), ente proponente Associazione CIPSI, in coprogrammazione con F.O.C.S.I.V. Volontari nel mondo e CESC Project per un totale di n. 28 volontari in Tanzania:

  1. Progetto: Pari opportunità per le donne di Kilolo (Tulime), n. 6 volontari
  2. Progetto: “TUWAJALI WATOTO”, prendiamoci cura dei bambini di strada (Gruppo Tanzania), n. 4 volontari
  1. Progetto: Caschi Bianchi per l’inclusione delle persone con disabilità e albinismo in TANZANIA, n. 6 volontari (presentato da FOCSIV/CEFA/COPE/IBO Italia)
  1. Progetto: DISABILITÀ E MALNUTRIZIONE IN TANZANIA, n. 12 volontari (presentato da CESC Project/Comunità Solidali nel Mondo Onlus)

 5° posto, punteggio 86,00 – Brasile. Progetto n. 1 all’interno del Programma: “2021 Coltivare speranza: inclusione e sostenibilità in Brasile”, ente proponente CESC Project, in coprogrammazione con CIPSI:

  1. Progetto: Agricoltura sostenibile nella regione dello Jequitinhonha (CeVI), n. 4 volontari.

6° posto, punteggio 86,00. – Bolivia. Progetto n. 1 all’interno del Programma: “2021 COOPERAZIONE E SVILUPPO RURALE IN ECUADOR E BOLIVIA”, ente proponente il programma CESC Project, in coprogrammazione con CIPSI:

  1. Progetto: Pachamama – Acqua e sicurezza alimentare a Cochabamba – Bolivia (CeVI), n. 4 volontari

11° posto, punteggio 84,7. Madagascar – Progetti n. 2 all’interno Programma: “Uniti per lo sviluppo: educazione, salute e nutrizione in Madagascar II”, ente proponente il programma Fondazione Volontariato Giovani e Solidarietà onlus – F.V.G.S., in coprogrammazione con CIPSI:

  1. Progetto: ll diritto alla salute nella valle dei bambini (L’isola dei Bambini), n. 4 volontari
  2. Progetto: Vita, salute e nutrizione a Fianarantsoa in Madagascar (Alfeo Corassori – La Vita per Te), n. 5 volontari

16° posto, punteggio 84,00. – Senegal.  Programma: “Promuovere l’inclusione sociale delle fasce più vulnerabili per uno sviluppo sostenibile in Senegal II” (n. 4 progetti) – ente proponente Associazione CIPSI, in coprogrammazione con Mo.V.I. – Movimento di Volontariato Italiano per un totale di n. 23 volontari in Senegal:

  1. Progetto: Disabilità e parità di genere: nuove opportunità per le donne senegalesi (Chiama l’Africa e Oghogho Meye), n. 5 volontari
  2. Progetto: Reti di istruzione e inclusione (Chiama l’Africa ed Energia per I Diritti Umani), n. 6 volontari
  3. Progetto: Epidemie: lotta senza frontiere (Energia per i Diritti Umani, Diritti Al Cuore), n. 8 volontari
  4. Progetto: MSAS Matam: Sviluppo agricolo e sostenibile 2021 (Movi/Green Cross), n. 4 volontari

 22° posto, punteggio 82,8 – Guatemala. Progetto n. 1 all’interno Programma: “Inclusione Persone Fragili in AMERICA LATINA”, ente proponente il programma FOCSIV, in coprogrammazione con CIPSI:

  1. Piovono scintille: ridare luce ai diritti dei minori lavoratori in Guatemala (Sulla Strada), n. 4 volontari.

 23° posto, punteggio 82,7. – Continente Africano: Costa d’Avorio, Camerun, Senegal (Cospe). – Progetti n. 3 all’interno del Programma: “I diritti negati. Educazione e inclusione dei più vulnerabili nel Continente Africano”, ente proponente il programma Fondazione Volontariato Giovani e Solidarietà onlus – F.V.G.S., in coprogrammazione con CIPSI:

  1. Progetto: Api-Coltura e sviluppo rurale in Camerun (CIPSI), n. 4 volontari
  2. Progetto: Migrazioni e sviluppo sostenibile: nuove prospettive in Senegal (COSPE), n. 4 volontari
  3. Progetto: Bien Vivre Chez Soi – Supporto educativo e scolastico ai minori della Costa d’Avorio (CeVI-CVCS), n. 4 volontari

GRADUATORIA ITALIA. Tot. 750 Programmi presentati

Posizioni ASSOCIAZIONE CIPSI, enti in coprogrammazione e relativi enti di accoglienza:

39° posto, punteggio 92,8. – Progetto n. 1 all’interno del Programma: “Ri-partiamo: in viaggio verso una comunità accogliente, consapevole e partecipata”, ente proponente il programma Consorzio Pavia in Rete, in coprogrammazione con CIPSI:

  1. Progetto: Grande contro il Cancro (Soleterre), n. 4 volontari

281° posto, punteggio 85,5 – Programma: “Educare alla cittadinanza globale e alla pace per difendere la Patria II”, (n. 12 progetti), ente proponente CIPSI (SU00023), in coprogrammazione con CESC PROJECT – SU00104, F.V.G.S. Onlus – SU00195, CARITAS ITALIANA – SU00209, per un totale di n. 89 volontari in Italia:

  1. Progetto: Giovani Costruttori di Pace II (Agenzia per la Pace/CIPSI), n. 6 volontari
  2. Progetto: Se ciascuno di noi facesse il suo pezzettino II: così Emergency costruisce la Pace nelle scuole (Emergency), n. 6 volontari
  3. Progetto: La nostra agenda 2030 II: promuovere comunità inclusive (Incontro Fra i Popoli, GMA-Gruppo Missioni Africa, CE.SVI.TEM), n. 8 volontari
  4. Progetto: Green Generation – Giovani menti per lo sviluppo sostenibile (CeVI – Centro di Volontariato Internazionale), n. 4 volontari
  5. Progetto: Facciamo la differenza senza fare differenze II (CIAI – Centro Italiano Aiuti all’Infanzia), n. 4 volontari
  6. Progetto: Giovani verso la cittadinanza globale (COSPE/AMU/CREA), n. 12 volontari
  7. Progetto: L’ECG per contrastare la povertà educativa e l’emarginazione II (People Help the People), n. 6 volontari
  1. Progetto: Un Cammino Condiviso 2021: la cittadinanza globale accoglie e include i più vulnerabili (SJAMo), n. 5 volontari
  2. Progetto: Insieme si può – Rimini, n. 4 volontari (presentato da Caritas Italiana/Caritas Rimini)
  3. Progetto: Promuoviamo la resilienza della nostra comunità: giovani per lo sviluppo locale, n. 6 volontari (presentato da FVGS Onlus)
  4. Progetto: CAMBIA IL FINALE!, n. 20 volontari (presentato da CESC Project/Mani Tese/Associazione Comunità Gruppo ‘78)
  1. Progetto: TrasformiAMO IL MONDO, n. 8 volontari (presentato da CESC Project/Mani Tese)

537° posto, punteggio 80,3. – Programma: “Il cantiere dell’integrazione dei migranti II”, (n. 3 progetti), ente proponente CIPSI, per un totale di n. 24 volontari in Italia:

  1. Progetto: Minori migranti a scuola (Altramente /CIPSI), n. 4 volontari
  2. Progetto: Costruire comunità solidali coi migranti II (Diritti al Cuore/Cercasi un fine), n. 4 volontari
  3. Progetto: Siate i benvenuti II (Fo.CO), n. 16 volontari

Link del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale: https://www.politichegiovanilieserviziocivile.gov.it/dgscn-news/2021/12/grad_definitive_2021.aspx

Servizio civile con Tulime in Italia

Nel 2017 il progetto dal titolo “SensAZIONE” portato avanti con i nostri primi quattro volontari Emna, Marco, Manuela e Clara, ha coinvolto  le scuole palermitane Majorana, Borsellino, Grassi, Regina Margherita e De Cosmi per un totale di circa 280 studenti.

Gli incontri realizzati nelle scuole si sono incentrati su differenti tematiche legate ai flussi migratori volte a  portare i diretti interessati a sviluppare una maggiore consapevolezza in merito e a vivere una cittadinanza attiva.

Attraverso lezioni frontali e attività non formali si sono affrontati temi quali la storia delle rotte dei migranti, le varie fasi di accoglienza e i traumi pre e post traversata.

In particolar modo ci si è soffermati sulla situazione dei minori stranieri non accompagnati (MSNA) e a tal fine, attraverso degli incontri pomeridiani extrascolastici, si è stimolato un contatto diretto tra alcuni minori stranieri non accompagnati facenti parte delle comunità palermitane Nuova Luna e Albatros e un gruppo ristretto di studenti. L’esito è stato più che positivo e ha favorito l’integrazione e lo scambio culturale tra i due gruppi.

Gli incontri hanno previsto una passeggiata naturalistica, una lezione di acroyoga, la visione di un film, l’organizzazione di un picn nic multicultuale e due laboratori volti alla creazione di un messaggio di pace e al riuso di materiale da riciclo.

Un evento finale per ciascuna scuola, durante  il quale si è proiettato un video-testimonianza, ha chiuso il progetto che si è concluso soddisfacendo in pieno le aspettative iniziali.

Per il 2019 il nostro progetto “Io sono perché noi siamo” ha compreso attività interculturali rivolte ai bambini frequentanti le scuole di primo grado nella città di Palermo. Affrontando sempre il grande tema delle migrazioni, il focus scelto per questo progetto ha riguardato le seconde generazioni, tematica fondamentale in un paese come l’Italia e in una a città multiculturale come Palermo. Il progetto ha mirato infatti alla “sensibilizzazione tramite l’integrazione e l’inclusione” attraverso delle attività ludico-ricreative e di educazione non formale rivolte a minori tra i 6 e i 10 anni.

Il progetto si è incentrato su attività laboratoriali finalizzate a facilitare l’acquisizione di nuove conoscenze e abilità. Ogni attività proposta è stata una vera e propria unità di apprendimento dove i discenti hanno affrontato, attraverso attività ludico-didattiche, argomenti legati ai diritti dei minori, alla conoscenza dell’altro e alla condivisione di idee e sensazioni. Obiettivo è quello di far emergere le capacità di ogni singolo bambino attraverso rapporti di collaborazione, cooperazione e identificazione con l’altro.

La scelta del gioco e, più in generale, della didattica non formale, agevolano la realizzazione del processo di apprendimento e di collaborazione con gli altri.

Momento conclusivo è stato la realizzazione di un evento finale volto alla condivisione dei lavori prodotti dai bambini; la partecipazione è stata aperta alle famiglie con conseguente sensibilizzazione della popolazione locale.

Il coinvolgimento delle istituzioni scolastiche è un aspetto fondamentale del progetto in quanto rivestono un ruolo centrale nella formazione e nella crescita dei bambini e dei giovani in generale. La scuola è, infatti, il primo luogo in cui possono essere stimolate visioni più ampie del mondo e favorisce l’abbattimento di pregiudizi nell’ottica di una convivenza pacifica e multiculturale. L’istituzione scolastica è il primo mediatore dell’inserimento sociale e della condivisione su basi etniche, linguistiche, religiose e culturali.

Hanno vissuto quest’esperienza del Servizio Civile Universale con Tulime a Palermo Floriana, Roberta, Francesco ed Ermanno.

– – – Graduatoria del Progetto “Io sono perché noi siamo” – – –

 

 

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.